PANORAMA NUMISMATICO nr.351 GIUGNO 2019

Prezzo:
5,50 €

Gli articoli in questo numero:

  • Curiosità numismatiche – Pag. 3
  • Roberto Diegi, Un tetradramma alessandrino di Massimiano – Pag. 9
  • Lorenzo Bellesia, I simboli del grosso agontano – Pag. 11
  • Roberto Fuda, Omnibonus. Un intagliatore alla zecca dell’oro di Venezia tra Francesco Dandolo e Bartolomeo Gradenigo – Pag. 15
  • Pietro Magliocca, Il cavallo di Ferdinando il Cattolico battuto a Napoli dopo la conquista del Regno – Pag. 21
  • Mario Veronesi, Alcuni inediti di Frinco e Passerano – Pag. 31
  • Giuseppe Carucci, Le monete del Regno di Siberia – Pag. 36
  • Angelo Cutolo, Alcune medaglie dell’Istituto Pontano e la sua storia – Pag. 39
  • Alberto Castellotti, Noblesse oblige: la duchessa e gli incisori, un rapporto difficile – Pag. 46
  • Corrado Marino, Venti di guerra sul Tonchino. Dal crollo del colonialismo francese all’affermarsi del Viet Nam del Nord comunista – Pag. 49
  • Giovanni Carannante, La banconota da 500 lire emissione 1885 del Banco Di Napoli – Pag. 55
  • Recensioni – Pag. 58
  • Emissioni numismatiche 2019 – Pag. 60
  • Mostre e Convegni – Pag. 62
  • Aste in agenda – Pag. 63

In copertina: Antica mappa di Venezia tratta dal Civitates Orbis Terrarum, a cura di Georg Braun e Joris Hogenberg, incisione di Bolognino Zaltieri, 1565. Francesco Dandolo (1329-1339), ducato con sigla di Omnibonus (coll. priv.).